Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________
pagina aggiornata al 28/02/2017
_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
viaggi di gruppo
  escursioni, viaggi e tours
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
la risposta alle tue domande ... leggi
 
 
per essere sicuri su cosa acquistate e a chi vi affidate ... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
   
Firma la Petizione
RESIDENZE BORBONICHE Patrimonio dell'Umanità: APPELLO - PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
associato
 
 
noi sosteniamo
 
 
 
Viaggio su Misura
Viaggio riservato a massimo 25 partecipanti
 
   
 
Un mare di giardini: le Ville della Liguria
 
Un itinerario colto e raffinato lungo tutta a costa ligure, dalle Cinque Terre fino a Ventimiglia tra ville, giardini ed eleganti residenze per renderci conto che viviamo in un mare di bellezza...
   
  Mercoledì 31 Maggio / Domenica 4 Giugno 2017
 
 

 
   
itinerario culturale di qualità

La Liguria offre grazie alla sua invidiabile posizione, la possibilità di scenari panoramici di eccezionale bellezza e suggestione. Ville e giardini noti e meno noti, pubblici e privati, saranno svelati per la prima volta in quest'itinerario che abbraccia tutta la costa, da levante a ponente...

 
 

Il Tema del Viaggio

Da levante a ponente, giardini spesso poco accessibili e poco noti diventano poli di eccellenza in quanto parte di un patrimonio di alto profilo storico e botanico, che necessita di un'adeguata valorizzazione. Ville e giardini che costituiscono “un mare di giardini”: un itinerario tematico che ha come comune denominatore i fiori, le infinite varietà di piante e la bellezza dei giardini in cui trascorrere momenti di intenso colore, perché ogni giorno può essere primavera.

La stretta relazione tra la fertile terra ligure, nota per la produzione floreale, la presenza dei terrazzamenti, vera nota che contraddistingue il paesaggio ligure ed infine lo scenario marino che crea fondali unici ed incomparabili, fusi insieme hanno dal XVI secolo all'Ottocento romantico creato i presupposti per una raffinata tipologia definibile come le "ville liguri". Giardini, parchi, ville e residenze direttamente affacciate sul mare dove, tra alberi secolari, disegni geometrici con fontane e statue o giardini esotici, la Primavera rinasce e rivive ogni giorno diversa dal giorno precedente.

Realizzazioni di antiche e nobili famiglie genovesi e liguri, dai Doria ai Dirazzo, dai Pallavicini ai Giustiniani che ci hanno regalato straordinarie scenografie ricche di gusto e raffinatezza. Ma è anche grazie all'amore e all'interesse dei viaggiatori romantici dell'Ottocento per la Liguria che questa regione vanta alcuni tra i più celebri giardini d'Italia, disseminate lungo l'intera costa, da Bordighera a Santa Margherita Ligure.

 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
 

programma

 

Mercoledì 31 Maggio

Appuntamento per la partenza in p.le Ostiense e partenza in pullman GT per la Liguria. Lungo il percorso effettueremo una pausa caffè.

Arrivo a Lerici previsto in tarda mattinata e pausa pranzo libero nel porto della graziosa cittadina.

Nel primo pomeriggio, dopo la pausa pranzo, inizieremo le nostre visite con un vero gioiello dell'architettura floreale e vegetale, villa Marigola a Lerici.

Villa Marigola è un luogo di singolare fascino: la varietà di punti di vista, il tessuto vegetale, il profumo della macchia mediterranea si integrano nel sapore della brezza marina. Una delle più squisite tipologie di "Villa al mare", che ha affascinato i visitatori nel corso di due secoli. L'edificio settecentesco fu la dimora dei Marchesi Ollandini. La grande terrazza era il vero cuore dell'edificio: accoglieva, all'uso ligure, il "giardino degli agrumi", una vera meraviglia, un giardino di cedri, limoni, chinotti, aranci, destinato ad affascinare i viaggiatori del Gran Tour. E il parco continuava con la classica coltivazione ad olivi e viti fino alla spiaggia dove si stagliava nitida la "casa bianca" legata alla memoria di P.B. Shelley che vi soggiornò cantandola con limpidi versi. A partire dalla metà dell'Ottocento la storia architettonica della villa e del giardino si modula su quella della grande cultura romantica europea. La presenza di Arnold Böcklin ha lasciato le sue tracce in un'altra importante stratificazione di paesaggio coltivato, due angoli del giardino, il "bosco sacro" e "il mito di Pan", dove si respira un'aria di sospeso incanto. La fisionomia attuale della villa è stata definita nella prima parte del Novecento quando l'ultimo proprietario, l'armatore lericino Bibolini, affidò il progetto di ampliamento dell'edificio e soprattutto del giardino ad Ettore Cozzani e all'architetto Franco Oliva, che coniugarono nel nuovo grande giardino all'italiana, che sostituì il giardino degli agrumi, la precisa simmetria della tradizione italiana con la sinuosa eleganza del tardo liberty italiano.

A fine visite trasferimento in pullman a Genova e sistemazione nelle camere riservate in albergo. Cena in ristorante e pernottamento.

Giovedì 1° Giugno

Prima colazione a buffet in albergo.

In mattinata visita alla Villa del Principe a Genova. La Villa del Principe è la più vasta e sontuosa dimora nobiliare dell'unico Principe che Genova abbia mai avuto. Era il 1529 quando Andrea Doria, ammiraglio e uomo d'armi , diede il via ai lavori che avrebbero portato alla costruzione di questo palazzo affacciato sul Golfo di Genova. Questo sarebbe divenuto il luogo di pace al rientro dai suoi innumerevoli viaggi e la dimora prescelta per i suoi successori: la famiglia Doria Pamphilj. Qui, durante le sue visite ufficiali sarebbe stato ospitato l'imperatore Carlo V, lo stesso dal quale Andrea Doria era riuscito ad ottenere l'indipendenza di Genova dall'impero, divenendo di fatto il signore della città. Visiteremo l'Appartamento del Principe, la Loggia degli Eroi, l'Appartamento della Principessa e la Loggia Aurea. Il Giardino di Villa del Principe non è solo un giardino, semplice complemento alla bellezza sontuosa della dimora genovese della famiglia Doria Pamphilj. Il Giardino di Villa del Principe è parte integrante della storia di Genova, specchio fedele di tutte le sue trasformazioni, dal cinquecento sino ad oggi, ovvero sin dal tempo in cui il principe Andrea Doria lo attraversava per raggiungere la Villa, di ritorno dalle sue battaglie in mare. Ad accoglierlo aromi e fiori di ogni sorta, pergolati, fontane, statue e colonnati ombrosi. Qui, in onore di ospiti importanti, si allestivano feste, giochi e spettacoli solenni.

A seguire ci trasferiremo a Pegli dove visiteremo la Villa Durazzo-Pallavicini, ubicata nel quartiere residenziale del ponente di Genova. Il parco romantico annesso alla villa, comprendente anche il Museo di Archeologia Ligure, è uno tra i maggiori giardini storici a livello europeo. Fu costruito per volere del nipote della marchesa Clelia Durazzo, Ignazio Alessandro Pallavicini, il quale ne affidò la progettazione e la completa realizzazione a Michele Canzio. I lavori che furono realizzati tra il 1840 e il 1846, diedero compimento ad un'opera considerata oggi tra le più alte espressioni di giardino romantico ottocentesco, grazie all'interpretazione del Canzio che, disponendo le diverse scenografie, ha saputo comporre un itinerario di ispirazione melodrammatica, per mezzo di un racconto che si svolge in un prologo e tre atti di quattro scene ciascuno. Ci si trova quindi a viaggiare attraverso sentieri contornati da architetture neoclassiche, o di stile neo-gotico o rustiche, contornate da palme, piante esotiche, lecci e allori.
Qui è presente una delle più antiche collezioni italiane di camelie la cui fioritura è ovviamente visibile in primavera. Il secondo atto nella zona alta, ora non visitabile, raffigura il succedersi della storia tramite finte rovine medioevali. Il terzo atto è quello della Purificazione. Tramite le grotte raffiguranti gli inferi si arriva alla scenografia del Lago grande, immagine catartica del Paradiso: qui la maestria scenografica del Canzio si rivela in pieno, col tempio neoclassico di Diana e il ponticello in stile orientale.

Pausa pranzo libero.

A seguire ci trasferiremo a Sant'Olcese dove in pochi chilometri giungeremo in visita alla villa Serra. Il territorio dove sorge il parco si chiamava anticamente “Cà dè Galli” e in questa località già all'inizio del '700 esistevano proprietà patrizie che passarono ai Pinelli. Lle proprietà furono poi acquistate dai marchesi Serra e nel 1850 il marchese Orso decise di trasformarle in un grandioso complesso alla moda.
Il complesso architettonico, sapientemente affacciato sul parco, è composto dalla villa Pinelli e dalle sue dipendenze alla quale, nel 1850 il marchese Orso Serra ha affiancato il cottage in stile tudor. Il progetto della palazzina è tratto da un famoso manuale londinese ottocentesco; il piano terra è caratterizzato da una elegante boiserie e da un ricco cassettonato in rovere della Slavonia. La facciata tricuspidata spicca per i trafori delle finestre e dei bowindow. Accanto alla palazzina si erge la torre merlata affiancata agli antichi locali delle masserie e delle stalle. Il parco all'inglese si estende per nove ettari sul fondovalle pianeggiante del Rio Comago. Percorsi a serpentina, assi visivi e coni prospettici accompagnano il visitatore tra boschetti ed ampie pelouse erbose alla scoperta di laghi, ruscelli, cascate ed un prezioso impianto di specie arboree esotiche.

A fine visite trasferimento in pullman a Genova e sistemazione nelle camere riservate in albergo. Cena in ristorante e pernottamento.

Venerdì 2 Giugno

Prima colazione a buffet in albergo.

In prima mattinata trasferimento a Ventimiglia per visitare i giardini più famosi dell'intera Liguria, i Giardini botanici Hanbury. I giardini sorgono sul promontorio della Mortola, sulla costa ligure, a pochi chilometri dal confine francese. Occupano una superficie di 18 ettari. Il terreno è digradante dalla collina al mare, come è tipico della costa ligure. L'aspetto paesaggistico è tipicamente all'inglese, con vialetti irregolari e romantici rustici, pergolati e patii con la pittoresca vista del mare sullo sfondo. Il parco è attraversato dall'antica strada consolare Julia Augusta. I Giardini furono realizzati a partire dal 1867, grazie alla passione dal viaggiatore inglese Sir Thomas Hanbury. Dopo aver fatto fortuna come esportatore di tè a Shangai egli decise di stabilirsi sulla costa ligure, su cui volle realizzare un giardino con specie botaniche raccolte in ogni parte del mondo.

I giardini ospitano migliaia di specie botaniche, di origine prevalentemente tropicale e subtropicale, organizzate a zone per gruppo botanico.

A seguire, poco distante, ammireremo un altro giardino monumentale, il Giardino Esotico Pallanca a Bordighera, su un ripido pendio roccioso a picco sul mare, con fasce e terrazze popolate da splendide piante. Il Giardino è uno spettacolare monumento naturalistico realizzato dai discendenti di Bartolomeo Pallanca, giovanissimo"bocia" e poi collaboratore di Lodovico Winter. Vi sono 3200 specie di piante. Spicca la preziosa collezione di cactus e succulente, la più importante d'Italia e una delle più importanti d' Europa. La pianta più antica - una "Copiapoa" originaria del Cile, che cresce sulle pendici delle Ande - ha 300 anni. Il Giardino Esotico Pallanca ben si può considerare come l'erede del Giardino Moreno.

Pausa pranzo a Bordighera.

Sulla via del ritorno per Genova avremo occasione di ammirare una delle più particolari ville liguri, villa Grock. Adrien Wettach, famoso "Re dei clown" fu una vera e propria star internazionale dall'inizio del '900 fino al suo addio alle scene nel 1954. Giocoliere, equilibrista, acrobata, in grado di suonare un gran numero di strumenti musicali, ammaliò il pubblico di tutto il mondo trasformando il suo rotondo nome d'arte in autentica leggenda.
Conobbe Imperia per caso e acquistò una casa con terreno, inizialmente destinata alle vacanze. Proprio in quel luogo venne costruita la villa che ancora oggi domina la collina di Oneglia e che divenne residenza stabile del clown fino al 1959. Fu in quell'anno che Grock si spense, qui dove la casa e il giardino restano orgogliosamente a testimoniare il segno del loro eclettico proprietario, trasmettendone ancora con forza il malinconico, celeberrimo sorriso. La bellezza, il fascino e il mistero di questo “luogo incantato” della Riviera di Ponente sono di nuovo pronti a soddisfare la curiosità dei visitatori dopo l'accurato restauro concluso nel 2006. .

A fine visite trasferimento in pullman a Genova e sistemazione nelle camere riservate in albergo. Cena in ristorante e pernottamento.

Sabato 3 Giugno

Prima colazione a buffet in albergo.

In mattinata ci trasferiremo a Santa Margherita Ligure a 30 km da Genova per la visita di villa Durazzo. Immerso nel verde dello splendido Parco affacciato sul mare, il prestigioso complesso è un insigne esempio di villa del genovesato, Villa San Giacomo. Il complesso fu edificato nel 1678 come residenza estiva della famiglia Durazzo. Ceduto ai principi Centurione nel 1821, il palazzo subì varie modifiche ed il parco romantico fu arricchito di piante esotiche e di statue di marmo in stile neoclassico. Verso la fine del secolo la villa venne trasformata in "Grand Hotel" ed ospitò numerosi personaggi illustri di diversi paesi. Nel 1919 si ampliò il parco seicentesco, realizzandovi anche i sentieri in risseu (l'acciottolato nel tipico stile ligure). All'interno della Villa si possono ammirare opere della scuola pittorica genovese del Settecento e dell'Ottocento (D. Piola, G. A. De Ferrari, L. Borzone, Gio Enrico Vaymer), affreschi e trompe-l'oeil, arredi di diverse epoche, lampadari di Murano, stucchi, pavimenti in maiolica ed in graniglia genovese.

A fine visita trasferimento a Santa Margherita Ligure per una passeggiata e per la pausa pranzo.

Nel pomeriggio visita al celebre complesso della villa della Cervara sempre a Santa Margherita Ligure. L'origine della Villa della Cervara risale all'estate del 1361 quando venne posata la prima pietra per la costruzione del nuovo monastero dedicato a San Girolamo. Autori del progetto e primi abitanti furono i monaci benedettini ai quali, nel corso dei secoli successivi, si deve l'enorme prestigio raggiunto in tutta Europa. Quello che un tempo fu l'orto dei monaci è oggi il solo giardino monumentale all'italiana conservato in Liguria, esteso su due livelli, raccordati da pergole e gradini. Nella parte inferiore, le siepi di bosso (Buxus Sempervirens L.), potate a formare disegni geometrici ornati da coni gradonati, notevole realizzazione di arte topiaria, circondano la fontana in marmo del XVII secolo raffigurante un putto. In estate la vasca si colora di ninfee rosa. Le piante, addossate ai muri o disposte lungo le bordure, sono - con le vigne degli antichi pergolati - parte integrante del giardino.

A fine visite trasferimento in pullman a Genova e sistemazione nelle camere riservate in albergo. Cena in ristorante e pernottamento.

Domenica 4 Giugno

Prima colazione a buffet in albergo. Partenza dall'albergo.

In mattinata visita dell'abbazia di san Fruttoso che raggiungeremo via mare in battello. L'abbazia di San Fruttuoso è situata nella baia omonima del comune di Camogli, in provincia di Genova all'interno del parco terrestre e marino del Monte di Portofino. L'abbazia è dedicata a San Fruttuoso, vescovo e santo spagnolo del III secolo d.C., le cui ceneri sono conservate presso l'abbazia, dove sarebbero state traslate a seguito dell'invasione araba della Spagna. L'abbazia non è raggiungibile da alcuna arteria stradale, ma vi si può accedere soltanto via mare o percorrendo uno scosceso sentiero che scende dal soprastante monte di Portofino che domina il golfo Paradiso.

Nella sua baia è collocata la celebre statua del Cristo degli abissi, posta nel 1954 sul fondale marino. L'abbazia sorse alla metà del X secolo ad opera di monaci greci e fu ricostruita tra la fine del secolo e l'inizio dell'XI per volere di Adelaide di Borgogna, vedova dell'imperatore Ottone I. Nello stesso secolo passò ai monaci benedettini e fu ingrandita nel XII con l'aggiunta di un piano. Nel XIII secolo vi fu aggiunto il corpo edilizio con loggiato verso il mare, ad opera della famiglia genovese dei Doria, che utilizzò una sala dell'abbazia per le proprie sepolture. Il chiostro superiore fu ricostruito nel XVI secolo per volontà di Andrea Doria, mentre nel 1562 fu costruito il torrione di avvistamento quadrato che tuttora domina la baia. Nel 1933 fu restaurata dallo stato e nel 1983 i Doria Pamphili la donarono al FAI.

A fine visita pausa pranzo.

Nel pomeriggio partenza per Roma in pullman. Lungo il percorso saranno effettuate due soste. Arrivo previsto in prima serata.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
Le informazioni sul viaggio
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano [scopri di più]
 

Quota Euro 865.00 p.p. (supplemento camera singola Euro 180.00 - camere singole limitate) *

La quota comprende:

viaggio in pullman GT e tutti i trasferimenti privati per le visite, tutti i pernottamenti in hotel a cat. 4* a Genova, tutti i biglietti d'ingresso / spese di apertura dei siti indicati, spese di prenotazione, navigazione A/R per l'Abbazia di San Fruttuoso, visite guidate a cura di guide-conferenziere specializzate di Turismo Culturale Italiano e di guide locali, accompagnamento culturale da Roma, prime colazioni a buffet, tutte le cene con menu del territorio a 4 portate con abbinamento di vini, tassa di soggiorno (ove prevista), assicurazione assistenza medica/bagaglio/R.C., iva, imposte e tasse.

 
Quota valida con minimo 15 - massimo 30 partecipanti
Prenotazione con pagamento entro il 30/04/2017 e fino a esaurimento posti disponibili. La quota indicata è valida, salvo diversa indicazione, fino alla data del 30/04/2017. Le prenotazioni giunte dopo la data di scadenza indicata saranno accettate in caso di disponibilità. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento nelle misure seguenti: 25% dell'importo all'acconto, saldo entro 30 giorni dalla data di partenza del viaggio.
App.to in p.le Ostiense alle mura aureliane.
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
 
* la quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni, per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostadali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati, o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell'organizzatore, preventivamente comunicate.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
viaggio in pullman
   
 
   
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Mappa di viaggio
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Cosa sapere prima di prenotare e di partire per un tour
   
cosa sapere prima di prenotare
leggi le condizioni generali di vendita
scopri l'assicurazione Global Assistance assistenza medica / bagaglio / R.C.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
meteo
 
Per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. clicca qui
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica
   
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
 
Nota
   
Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011
 

 

     
     
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________