Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________
pagina aggiornata al 31/03/2017
_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
viaggi di gruppo
  escursioni, viaggi e tours
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
la risposta alle tue domande ... leggi
 
 
per essere sicuri su cosa acquistate e a chi vi affidate ... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
   
Firma la Petizione
RESIDENZE BORBONICHE Patrimonio dell'Umanità: APPELLO - PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
associato
 
 
noi sosteniamo
 
 
 

Capolavori della pittura in Italia

 
 
 

I Maestri della Pittura Lombarda

Da Leonardo a Bramante, dal Savoldo al Boltraffi, itinerario colto e raffinato tra le opere dei grandi maestri, dalla Cappella di Teodolinda a Monza al Cenacolo di Leonardo a Milano...
  Viaggio riservato a massimo 25 partecipanti
   
  Giovedì 6 / Domenica 9 Aprile 2017
 
 

 
   
itinerario culturale di qualità

La Lombardia, tra la metà del Quattro e tutto il Cinquecento, governata dai Visconti prima e dagli Sforza poi, fu un centro vitale della produzione artistica e umanistica italiana. L'itinerario ci condurrà da Castiglione Olona a Cremona, da Castelseprio a Milano incontrando opere firmate da Foppa, Masolino, Bramante, Savoldo, Bergognone, Foppa, Boltraffi, Solario, Luini, Leonardo pernottando in un castello dei Visconti...

 
 
 
  Il Tema del Viaggio
 

Nel 1449 Francesco Sforza prese il potere a Milano, succedendo al suocero Filippo Maria Visconti, morto solo due anni prima. La pace di Lodi ratificata nel 1454 stabilì l'Adda quale confine tra Milano e Venezia e rafforzò la posizione personale di Francesco. Se in questi anni il ducato rimase un potente stato territoriale, dove fiorivano finanza e manifattura, dal punto di vista artistico – architettonico e pittorico – la città segnava il passo.

Quanto all'architettura a Milano mancava l'idea fiorentina che l'architetto fosse responsabile di tutte le parti di un edificio e il linguaggio gotico continuò a dominare la scena fino all'arrivo di Bramante. In campo pittorico furono gli stessi Sforza a frenare il rinnovamento. Tuttavia mecenati illuminati come il cardinale Branda Castiglione o il ricco finanziere Pigello Portinari, direttore del Banco Mediceo, introdussero a Milano e nel suo contado il nuovo linguaggio rinascimentale aprendo la strada alla grande stagione della pittura lombarda.

Questo itinerario condurrà alla scoperta di alcuni capolavori sommi della pittura italiana del Quattro e Cinquecento. Partendo dal medievale ciclo di affreschi di Santa Maria foris portas a Castelseprio e dalla straordinaria cappella di Teodolinda dipinta dai fratelli Zavattari (1441-1446) nel Duomo di Monza, capolavoro assoluto del gotico fiorito, ricostruiremo le tappe naturalismo lombardo fino alla rivoluzione di Caravaggio. Lungo il percorso visiteremo la Collegiata di Castiglione Olona di Masolino da Panicale (1435), la cappella Portinari di Vincenzo Foppa (1464-1468) nella basilica di Sant'Eustorgio a Milano, l'Ultima Cena (1494-1497) di Leonardo, la bellissima Incoronata di Lodi affrescata dai fratelli Piazza, (1529) non dimenticando la fondamentale lezione illusionistica lasciata da Bramante in Santa Maria presso San Satiro (1482). Chiuderà l'itinerario la visita alla Pinacoteca di Brera e alla splendida Certosa di Pavia.

 
 

programma

 

 

Giovedì 6 Aprile 2017

Appuntamento con i partecipanti alla Stazione FS di Roma Termini all'esterno della sala-lounge Italo Club posta in testa al binario 22/24 e partenza in treno Alta Velocità per Milano e inizio delle visite.

L'itinerario prenderà avvio dalla cappella Pigello Portinari, in Sant'Eustorgio, dipinta da Vincenzo Foppa tra il 1464 e il 1468 per il ricchissimo banchiere, direttore del Banco Mediceo a Milano.

Pausa pranzo libero.

Dopo la pausa pranzo, proseguimento verso la chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, di fondazione antichissima e vero testimone organico della pittura lombarda del XVI secolo. Straordinaria espressione della pittura rinascimentale lombarda, il ciclo di affreschi che riveste interamente le pareti fu dipinto, tra gli altri, da Bernardino Luini e Simone Peterzano, maestro del giovanissimo Caravaggio.

La giornata si concluderà con la visita ad uno tra i siti più famosi al mondo, al Cenacolo dipinto da Leonardo da Vinci, per volere di Ludovico il Moro tra il 1494 e il 1497, nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie.

Al termine delle nostre visite trasferimento in pullman privato GT al Castello Visconti di San Gaudenzio (Cervesina, PV), con assegnazione delle camere riservate.

Cena con menu del territorio e pernottamento nel castello.

 

 Venerdì 7 Aprile 2017

Prima colazione a buffet in albergo.

Giornata dedicata alla visita di piccoli borghi, scrigni di tesori inestimabili dell'architettura e della pittura medievale e rinascimentale. In mattinata visita all'oratorio di Santa Maria foris Portas a Castelseprio (con permesso speciale), eretto tra il VII e il IX secolo, che conserva una straordinaria decorazione ad affresco che narra le vicende di Maria e dell'infanzia di Cristo secondo la tradizione dei vangeli apocrifi e canonici.

Proseguimento per Castiglione Olona, piccolo borgo rinascimentale, definito da Gabriele d'Annunzio “l'isola di Toscana in Lombardia”. Costruito per volontà del cardinale Branda Castiglioni il borgo conserva la Chiesa e il Battistero, affrescati da Masolino da Panicale, artista tra i più grandi mediatori della straordinaria epoca di passaggio dal Gotico Internazionale al Rinascimento. Insieme al senese Lorenzo di Pietro, detto il Vecchietta, e al fiorentino Paolo Schiavo, attivi al suo fianco nell'abside della Collegiata, Masolino ha lasciato qui il suo capolavoro: il ciclo affrescato del Battistero, con la sua suggestiva mescolanza di paesaggi e architetture, storia religiosa e attualità rinascimentale, amalgamate dalla limpida atmosfera caratteristica di Masolino, rende la cappella, dipinta in ogni centimetro, una delle vette artistiche del primo Rinascimento italiano.

Sulla strada per Monza, breve sosta al borgo dipinto di Peveranza dove nel 2003 un gruppo di pittori locali riuniti all'interno dell'associazione "La Tavolozza" decise di creare un percorso artistico all'aperto che, per mezzo di pannelli dipinti, andasse a rappresentare la storia e le antiche tradizioni lavorative del paese. La peculiarità di questi dipinti è quella che ciascuno è posizionato sui muri degli edifici presso i quali questi lavori si sono svolti realmente.

Pausa pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio visita alla straordinaria cappella di Teodolinda nel Duomo di Monza che conserva fra l'altro anche la Corona Ferrea dei Re d'Italia. Le Storie di Teodolinda, distribuite in 45 scene, si presentano come un sentito omaggio alla sovrana longobarda che aveva fondato la chiesa e come allusione metaforica al matrimonio tra Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza presenti nelle immagini. Michelino da Besozzo, PIsanello e Bonifacio Bembo lasciano qui il capolavoro del gotico internazionale.

Al termine delle nostre visite rientro in pullman GT al Castello Visconti di San Gaudenzio e sistemazione nelle camere riservate. Cena con menu del territorio e pernottamento nel castello.

 

Sabato 8 Aprile 2017

Prima colazione a buffet in albergo.

Giornata dedicata alla pittura tardo rinascimentale e manierista lombarda. Trasferimento in pullman GT a Cremona.

Cremona, una delle città europee con il centro storico meglio conservato, passò nel 1334, del ducato di Milano governato dai Visconti, ma, assegnata in dote a Bianca Maria Visconti, sposa di Francesco Sforza, divenne nel 1441 sforzesca. Sotto il governo dei due sposi inizia un periodo di fioritura culturale che trova la migliore espressione nella raffinata scuola pittorica cremonese e in campo musicale. La costruzione della Cattedrale di Santa Maria Assunta fu iniziata nel 1107 in stile romanico, ma si concluse solo cinque secoli dopo. Complessa struttura armonica nei vari stili delle decorazioni gotiche, rinascimentali e barocche, la chiesa conserva straordinari cicli di affreschi che hanno fatto meritare alla cattedrale l'appellativo di cappella Sistina del nord Itala.

Si visiteranno inoltre le chiese di San Sigismondo e Sant'Abbondio, veri scrigni di pittura manierista lombarda.

Pausa pranzo libero.

Nel primo pomeriggio ci trasferiremo, lungo la strada per Lodi, a Crema dove, fuori delle mura della città, visiteremo un assoluto capolavoro, il Santuario di Santa Maria della Croce a Crema.

Esso costituisce un mirabile esempio di architettura rinascimentale lombarda, progettato da Giovanni Battaglio nel 1490 che s'ispirò al Bramante e concepì l'edificio in cotto, a pianta centrale, traforato da tre gallerie sovrapposte, con cappelle ai quattro punti cardinali. La costruzione venne portata a termine nel 1500 da Giovanni Antonio Montanaro, che vi aggiunse l'ultima galleria. All'interno, ottagonale con alternanza di altari e cappelle, l'insieme della basilica è mirabilmente affrescato e presenta un intreccio di due stili: il rinascimentale nella parte inferiore, il barocco in quella superiore. La grandiosa cupola centrale, divisa in otto spicchi, è affrescata dai fratelli Grandi e da Giacomo Parravicino con il trionfo della Croce. Si conservano negli altari pregevoli dipinti di Bernardino Campi.

Al termine delle visite trasferimento a Lodi per ammirare la cappella dell'Incoronata, costruita sul luogo di una casa di tolleranza, sulla cui facciata un'immagine della Madonna nel 1487 lacrimò e invitò i presenti a costruire su quel luogo un tempio a lei dedicato. L'interno fu completamente affrescato dalla famiglia Piazza.

Al termine delle nostre visite rientro in pullman GT al Castello Visconti di San Gaudenzio e sistemazione nelle camere riservate. Cena con menu del territorio e pernottamento nel castello.

 

Domenica 9 Aprile 2017

Prima colazione a buffet in albergo.  

Rilascio delle camere e partenza dall'albergo.

Prima mattinata dedicata alla visita della Certosa di Pavia, costruita per volontà di Gian Galeazzo Visconti nel 1396. Ai lavori di costruzione e decorazione dell'edificio destinato a sacello funebre della famiglia Visconti, con i 300 operai e le maestranze finanziate dal Duca, collaborarono anche i Padri Certosini, che avrebbero vissuto nell'attiguo monastero.

Dopo varie vicissitudini, il monastero fu ultimato nel 1452, la chiesa nel 1473 e la facciata nel XVI secolo. Risalgono all'ultimo decennio del XV secolo la decorazione pittorica delle volte, delle cappelle e del transetto, a mano dei fratelli Ambrogio e Bernardino Bergognone e da Giacomo de' Mottis. Le decorazioni sono complesse, occupando ogni spazio da fasce con decorazioni monocrome e tondi con figure di santi: nelle lunette, nelle trifore, nei catini grandeggiano le figure della Vergine, di santi, di duchi e di padri certosini. Nelle finte bifore, lungo le navate laterali e nel transetto spiano figure di Certosini affacciati.

A fine visita proseguimento per Milano e visita della Pinacoteca di Brera, uno dei musei d'arte più importanti del mondo. Si conservano, tra i tanti capolavori, opere di Mantegna, Giovanni Bellini, Piero della Francesca, Raffaello, Caravaggio, Hayez, Pellizza da Volpedo, Boccioni.

Pausa pranzo libero.

L'itinerario sulla pittura lombarda avrà termine con la chiesa della chiesa di Santa Maria presso San Satiro, dove Donato Bramante, in quegli anni molto attivo a Milano, ha lasciato una delle opere più significative dell'architettura rinascimentale. E' probabilmente uno tra i primi "inganni visivi" della storia dell'arte, perchè l'abside che apparentemente sembra profonda diversi metri, in realtà è profonda meno di un metro. Tutto realizzato grazie alla tecnica della prospettiva - dipinta e a rilievo - che nel Quattrocento torna ad essere studiata e impiegata.

Nel pomeriggio trasferimento in pullman alla stazione FS di Milano e patenza in treno alta velocità Italo per Roma Termini con arrivo previsto in serata.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
Le informazioni sul viaggio
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano [scopri di più]
 

Quota Euro 855.00 p.p. (supplemento camera singola Euro 90.00 - camere singole limitate) *

La quota comprende:

viaggio in treno Italo Alta Velocità Roma / Milano A/R con operativi indicati, tutti i pernottamenti al Castello Visconti di San Gaudenzio (hotel dimora d'epoca cat. 4*), tutti i trasferimenti in pullman GT privato da/per la stazione e per tutte le escursioni e i trasferimenti, tutti i biglietti d'ingresso / spese di apertura dei siti indicati, spese di prenotazione, visite guidate a cura di storici dell'arte di Turismo Culturale Italiano, accompagnamento culturale da Roma, prime colazioni a buffet, tre cene con menu del territorio a 4 portate con abbinamento di vini, un pranzo tipico in ristorante liungo il percorso, tassa di soggiorno (ove prevista), assicurazione assistenza medica/bagaglio/R.C., iva, imposte e tasse.

 
Quota valida con minimo 20 - massimo 25 partecipanti
Prenotazione con pagamento entro il 6/03/2017 e fino a esaurimento posti disponibili. Le prenotazioni giunte dopo la data di scadenza indicata saranno accettate in caso di disponibilità. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento nelle misure seguenti: 25% dell'importo all'acconto, saldo entro 30 giorni dalla data di partenza del viaggio.
App.to ore 7:15 alla Stazione di Roma Termini all'esterno della sala-lounge Italo Club posta in testa al binario 22/24
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
 
* la quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni, per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostadali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati, o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell'organizzatore, preventivamente comunicate.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
appuntamento alla partenza
   
App.to ore 7:15 alla Stazione di Roma Termini all'esterno della sala-lounge Italo Club posta in testa al binario 22/24 [scarica la mappa]
Clicca qui per vedere il luogo di partenza sulla mappa
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
viaggio in treno
   
 
   
treno di andata  
06/04/2017 - Italo Alta Velocità - Treno 9902 - Roma Termini ore 07:45 / Milano C.le ore 11:15
   
treno di ritorno  
09/04/2017 - Italo Alta Velocità - Treno 9939 - Milano Cle / Roma Termini ore 18:35 / ore 22:05
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
l'albergo
   
Hotel Castello di San Gaudenzio (cat. 4*, dimora storica)
 

La storia del Castello di San Gaudenzio è legata ai Visconti e ai destini di Pavia. Il complesso originario del 1400 appartenne alle nobili famiglie dei Beccaria, dei Taverna e dei Trotti.

All'interno del Castello si ritrovano i bei camini di marmo rosso e nero, mobili, ritratti e decorazioni che richiamano al periodo tra il 1550 ed il 1700. Affianca il Castello l'antica pieve dedicata a San Gaudenzio. Il giardino presenta significativi caratteri di moda seicentesca. Le camere, arredate con gusto, rivelano come l'antico conviva perfettamente con il nuovo, il passato col presente, il gusto con la funzionalità. Il ristorante che un tempo era luogo di delizie per pochi privilegiati è diventato un luogo di ritrovo per chiunque voglia godere il fascino della campagna dell'Oltrepò Pavese.

Hotel Castello di San Gaudenzio
Località San Gaudenzio - 27050 Cervesina Italia
www.castellosangaudenzio.com

 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Cosa sapere prima di prenotare e di partire per un tour
   
cosa sapere prima di prenotare
leggi le condizioni generali di vendita
scopri l'assicurazione Global Assistance assistenza medica / bagaglio / R.C.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
meteo
 
Per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. clicca qui
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica
   
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
 
Nota
   
Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011
 

 

     
     
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________