Benvenuto nel sito di Turismo Culturale Italiano, il Primo Operatore di Turismo Culturale d'Italia
 
Statistiche
l
l
l
l
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________
pagina aggiornata al 29/09/2017
_________________________________
   
scopri la programmazione
_________________________________
 
visite guidate
  visite a palazzi, ville, mostre
   
viaggi
  escursioni, viaggi e tours
   
incontri
  conferenze, concerti, corsi
   
catalogo
  scarica i nostri programmi pdf
   
archivio
  visita il nostro archivio
   
galleria
  le nostre immagini più belle
   
e-lettere
  ricevi le notizie periodiche con posta elettronica
   
ultime notizie
  novità dalla redazione
   
prenotazioni
 
come prenotare la tua visita, il tuo viaggio...
   
   
   
   
   
scopri il nostro prossimo tour... leggi
 
cerca sulla mappa le prossime destinazioni dei nostri viaggi... leggi
 
 
la risposta alle tue domande ... leggi
 
 
per essere sicuri su cosa acquistate e a chi vi affidate ... leggi
 
 
Rispettare l'ambiente in ogni sua forma, l'uomo e il patrimonio culturale ... leggi
   
Firma la Petizione
RESIDENZE BORBONICHE Patrimonio dell'Umanità: APPELLO - PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO
 
 
 
Se desideri fare un regalo originale puoi scegliere ... leggi
 
 
associato
 
 
noi sosteniamo
 
 
 

Scopri le Meraviglie d'Italia in quattro giorni di puro piacere

 
 

Tour nelle terre dei Grandi Vini d'Italia: il Collio, tra residenze private, cantine e nobili vigneti

 
Un viaggio gourmet a 5 stelle: vigneti e castelli, colline e ville patrizie, cantine e degustazioni.
  Prorogati i termini di scadenza della prenotazione fino a esaurimento dei posti disponibili
 
  Mercoledì 1° / Sabato 4 Novembre 2017
 
 

 
itinerario culturale di qualità
In un nuovo itinerario visiteremo questa bellissima area del Friuli di confine, celebre per i suoi antichi e rinomati vigneti, alla scoperta di vecchie cantine, antichi castelli, belle dimore nobiliari private, tra splendidi paesaggi collinari ammantati dai caldi colori autunnali. Tutto accompagnato da raffinate degustazioni di vini servite in cantine di aziende tra le più rinomate d'Italia, raffinati menu del territorio e pernottando nella tenuta di Spessa.
   
 

programma

 

 

Mercoledì 1°/11/2017

Appuntamento con i partecipanti al viaggio alle ore 7:45 all'aeroporto internazionale L. da Vinci di Roma Fco, terminal 1, partenze, banco gruppi della compagnia Alitalia. Partenza in aereo con volo di linea diretto Roma / Trieste Ronchi dei Legionari AZ 1357 delle ore 9:15 con arrivo previsto alle ore 10:25.

All'arrivo all'aeroporto Ronchi dei Legionari di Trieste, trasferimento in pullman GT privato e inizio dell'itinerario con la visita della splendida città ideale di Palmanova, magnifica per la sua perfetta forma geometrica, unica nel suo genere in Italia ed Europa.

Palmanova venne ideata a difesa dei confini della Serenissima dalle incursioni degli Ottomani e la prima pietra venne posata nel 1593. Fu progettata dai migliori architetti ed ingegneri militari dell'Ufficio Fortificazioni di Venezia, tra i quali il soprintendente generale Giulio Savorgnan, principale progettista della fortezza. La sua pianta stellare, perfettamente simmetrica, ha nove punte ed è fortificata da poderosi bastioni, enormi fossati, rivellini, camminamenti di ronda coperti, casematte, merloni, che ne fanno una tra le più invulnerabili piazzeforti militari d'Europa e magnifico esempio di città ideale del tardo Cinquecento. Al centro della città si apre la piazza centrale, l'antica piazza d'armi, alla quale si accede dalle tre uniche porte d'accesso principali ubicate lungo la cortina: le porte di Aquileia, Udine e Cividale. Avremo modo di ammirare il sistema fortificato dagli spalti e dai fossati, per meglio comprendere il significato della difesa attiva di questa vera "macchina da guerra veneziana".

Al termine delle visite mattutine pausa pranzo degustazione in ristorante.

Nel pomeriggio, a breve distanza, visiteremo il caratteristico borgo di Strassoldo, formato da due piccole frazioni unite tra loro da un'unica strada. Qui, con apertura straordinaria, guidati ed accompagnati direttamente dai proprietari, visiteremo i due castelli di Strassoldo, quello di Sotto e quello di Sopra, entrambi privati.

Il complesso castellano di Strassoldo nacque lungo l'antica via Julia Augusta, la strada romana che congiungeva Aquileia al Norico. I due manieri, di antichissima origine, furono, nel tempo, oggetto di complesse vicende politico-militari a causa della loro posizione di confine tra l'impero asburgico e quello ottomano. La struttura fortificata subì importanti restauri, configurandosi come un suggestivo esempio di fortificazioni trasformate in due residenze signorili, ed immerse nella pace di parchi secolari, lambiti da due fiumi di risorgiva.

Vi ammireremo gli eleganti giardini e gli interni, con le belle atmosfere friulane e gli antichi fasti celebrati di tanti saloni quali il Salone degli Imperatori, la Sala dello Stemma, la Sala della Stufa e la Sala del Governatore.

A fine visite trasferimento in pullman in albergo, Castello di Spessa a Capriva del Friuli, con assegnazione delle camere riservate.

Cena nel castello con menù del territorio e pernottamento nella Tenuta di Spessa.

 

 

Giovedì 2/11/2017

Prima colazione a buffet in albergo.

La mattinata sarà dedicata alla scoperta della vicina città di Gorizia, capoluogo di Provincia e, anche se impropriamente detta, grande città capitale del Collio. Città di confine, cara agli italiani, conserva un sorprendente patrimonio culturale ed artistico che la Grande Guerra ha solo in parte scalfito e che avremo modo di conoscere durante la mattinata con una serie di visite.

Avremo occasione di ammirare dall'alto il panorama goriziano sulla città, salendo sul possente castello dove sventola alto il tricolore. La struttura è antichissima, risale al secolo XI ed è il cuore antico della città. Nel tempo fu di veneziani e asburgici, conti di Gorizia e Patriarchi di Aquileia e la sua architettura rispecchia l'evoluzione avvenuta tra i secoli XIII e XVI con l'aggiunta progressiva di edifici e strutture difensive. Trasformato in carcere, poi caserma, presidio militare durante la Prima Guerra Mondiale, è oggi una maestosa fortezza da visitare.

Scesi dal colle avremo occasione di passeggiare tra le strade e le piazze di Gorizia, tra cui la bella piazza della Vittoria e da qui in pochi minuti giungeremo in visita al Palazzo Coronini Cronberg, realizzato nel 1593 da Carlo Zengraf, segretario della Casa d'Austria. Nel 1614 il palazzo fu venduto a Riccardo di Strassoldo e nel 1820 la proprietà passò al conte  Michele Coronini Cronberg, che lo rinnovò ed abbellì. Il palazzo, circondato da un armonioso giardino, conserva ancora l'atmosfera di una casa patrizia del tempo con tutti i suoi preziosissimi arredi, dipinti e varie altre opere artistiche allestite con cura ed intelligenza.

In tarda mattinata, dopo aver passeggiato tra le strade goriziane, il nostro percorso proseguirà nell'area orientale del Collio, che ammireremo in pullman con un piacevole itinerario tra colline e vigneti.

Il percorso ci condurrà, attraversando le colline, verso Oslavia, dove si staglia, alto, il glorioso Sacrario Militare di Oslavia, costruito nel 1938 in corrispondenza della Quota 153 del Monte Calvario su progetto dell'architetto romano Ghino Venturi. Vi sono ospitate le salme di decine di migliaia di soldati italiani caduti sul fronte.

Dopo pochi km arriveremo a San Floriano del Collio, importantissimo centro vitivinicolo del Collio, posto verso il confine dove, dall'alto del colle, si gode un panorama completo su quest'area. Qui, all'interno della bella sala del Camino del Castello Formentini, sarà servito un pranzo con degustazione di vini. Il castello, di antica origine, venne sapientemente restaurato dalla maestra mano di Paolo Caccia Dominioni.

Dopo il pranzo, nel pomeriggio, il percorso proseguirà attraversando nuovamente i suggestivi vigneti del Collio per giungere fino a Gradisciutta dove visiteremo le cantine di questa rinomata azienda che produce ottimi e celebrati vini che assaporeremo in una degustazione guidata.

A fine visite rientro in albergo in pullman privato alla Tenuta di Spessa.

Cena nel castello con menù del territorio e pernottamento nella Tenuta di Spessa.

 

Venerdì 3/11/2017

Prima colazione a buffet in albergo.

Seconda giornata dedicata all'itinerario panoramico in pullman tra vigneti, castelli, ville e borghi agricoli.

La mattina inizierà con un piacevole percorso lungo la strada regionale 409 che attraversa le dolci colline e i vigneti e offrendo scorci sul paesaggio davvero notevoli. Passeremo così per Mosso, poi giungeremo a Zegla - a pochi metri dal confine -, costeggeremo il bosco di Plessiva con querce, robinie ad alto fusto ed alberi di castagno, per giungere in visita alle raffinate cantine di Marco Felluga di Russiz Superiore a Capriva del Friuli, nel cuore del Collio.

Proseguiremo per una passeggiata per il grazioso piccolo centro di Cormòns, vera capitale del Collio e bella cittadina di stampo asburgico.

Continueremo verso nord per giungere ai piedi del Castello di Trussio, antica fortificazione posta scenograficamente sull'alto di un poggio e da qui, attraversando piccole strade di campagna tra le colline, in un magnifico susseguirsi di poggi e colli ammantati da vigne, arriveremo al borgo agricolo Dolegna del Collio, altro importante centro dei colli orientali friulani.

La mattinata terminerà a Cividale del Friuli. Città di confine sorta su una roccia sul fiume Natisone, Cividale conserva un centro storico intatto.

Pausa pranzo libero.

Nel primo pomeriggio visiteremo il cosiddetto Tempietto longobardo di Cividale del Friuli, oggi Oratorio di Santa Maria in Valle, rappresenta la più importante e meglio conservata testimonianza architettonica dell'epoca longobarda e della loro conversione al cristianesimo. Segna la convivenza di motivi prettamente longobardi (nei Fregi, per esempio) e una ripresa dei modelli classici, creando una sorta di continuità aulica ininterrotta tra l'arte classica, l'arte longobarda e l'arte carolingia e ottoniana. L'insieme artistico ed architettonico fa parte del sito seriale "Longobardi in Italia: i luoghi del potere", comprendente sette luoghi, iscritto alla Lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel giugno 2011.

A seguire, sulla via del ritorno, sosteremo a Spessa, dove, effettueremo, in una cornice ambientale di assoluto pregio, una visita a Villa Rubini, un'antica dimora storica ancora oggi abitata dall'antica famiglia e al tempo stesso una prestigiosa azienda agricola circondata dai suoi rinomati vigneti. Qui sarà servita una degustazione in cantina assaggiando alcuni tra i più pregiati vini del Collio doc, soprattutto i celebri bianchi.

A fine visite rientro in albergo in pullman privato alla Tenuta di Spessa.

 

Sabato 4/11/2017

Prima colazione a buffet in albergo.

Partenza dall'albergo in pullman per l'ultima giornata di visita.

In mattinata l'itinerario previsto ci condurrà alla scoperta dell'Abbazia di Rosazzo che sorge sull'alto di un poggio dal quale si ammira una completa vista sul Collio.

Le origini dell'abbazia risalgono almeno al  IX secolo quando un eremita di nome Alemanno si stabilisce sul colle erigendovi un piccolo oratorio che nel corso dei secoli successivi diventerà un  monastero, il monasterium rosarum. Nel 1070 viene consacrata la chiesa di San Pietro e nel 1090, con il patriarca Ulrico di Eppenstein, avviene l'elevazione al rango abbaziale. Fu ricca e potente avendo giurisdizione e proprietà su vasti territori, dal Collio all'Istria ed a Tarvisio. Il potere raggiunto era tale che papa Innocenzo IV nel 1245 decise di rendere autonoma l'abbazia e di metterla sotto la diretta autorità papale. Agostiniani, benedettini e domenicani si sono nei secoli alternati alla custodia di questo luogo. La chiesa conserva un ciclo di affreschi di Francesco India, detto il "Moro" o anche "Torbido", risalenti al 1535.

Vi si custodisce anche una cantina mentre la conduzione dei vigneti dell'Abbazia di Rosazzo è affidata all'azienda Livio Felluga che vi produce un "Rosazzo", uvaggio bianco a base Friulano con Sauvignon, Pinot bianco, Malvasia e Ribolla gialla.

Proseguiremo dunque per un vicino e antico luogo, ricco di fascino e suggestione: la Rocca Bernarda, un castello circondato da una tenuta di oltre 200 ettari. Antica residenza dei conti Valvason Maniago, la magione diviene nel tardo settecento possedimento dei conti Perusini-Antonini e oggi l'azienda è di proprietà dell'Ordine dei Cavalieri di Malta che cura anche l'aspetto agricolo e vitivinicolo e la relativa produzione di vini. Visiteremo il magnifico castello, posto su un alto poggio, composto da una pianta quadrata con le poderose torri circolari angolari a delimitare una vasta corte interna porticata con arcate. Nelle cantine si servirà l'ultima degustazione dei vini della tenuta e di prodotti tipici locali a km0.

Al termine delle visite mattutine trasferimento in pullman per la pausa pranzo in ristorante con menu degustazione con abbinamento di vini.

Nel pomeriggio trasferimento in pullman privato per l'aeroporto di Trieste Ronchi dei Legionari passando davanti al Sacrario di Redipuglia. Sarà l'ultima emozione di questo nostro viaggio friulano: il IV novembre infatti si celebra la giornata delle Forza Armate, dell'Unità nazionale e l'Anniversario della Vittoria nella Prima Guerra Mondiale. La vista del Sacrario, con i pennoni imbandierati e i gradoni dove all'infinito è ripetuto il "Presente" dei caduti, costituirà la cartolina finale del nostro percorso.

Arrivo in aeroporto, procedure d'imbarco e partenza per Roma Fiumicino con volo di linea diretto dell'Alitalia AZ1364 con partenza prevista alle ore 19:00 con arrivo a Roma previsto per le ore 20:05.

   
---------------------------------------------------------------------------------------------------
   
Approfondimento
  Il Collio, un pò di Storia...

Collio (Cuei in friulano) è un'area geografica collinare che si estende tra il fiume Isonzo ed il suo affluente di destra, fiume Iudrio, delimitata a sud dalla pianura isontina e a nord dalle frazioni di Dolegna del Collio, Cobaler e Lasizze, è divisa tra Italia e Slovenia. Durante la prima guerra mondiale fu luogo degli scontri per l'occupazione italiana di Gorizia; assegnato all'Italia alla fine della guerra entrò a far parte interamente della provincia di Gorizia. Nel 1943 venne occupato per un breve periodo dai partigiani iugoslavi di Tito e successivamente dai tedeschi entrando così a far parte della Litorale Adriatico tedesco fino al 1945. Nel trattato di pace di Parigi venne assegnato quasi interamente alla Jugoslavia; dal 1991 la parte ex jugoslava è sottoposta all'amministrazione della Repubblica slovena.

   
 
 
Il Collio, la Tradizione

Benché la coltura della vite fosse antecedente alla loro venuta, ai Romani va riconosciuto il merito di aver introdotto tecniche razionali e dato sviluppo alla viticoltura. La produzione dei vini era così diffusa da consentire all'Imperatore Massimino di requisire in Collio una tal quantità di botti da ricavarne legname sufficiente a costruire un ponte sull'Isonzo.

Che nel Collio la viticoltura avesse già dai tempi antichi una grande importanza economica è una realtà che si desume da molti documenti che riguardano il territorio e nei quali sono sempre citati i due elementi essenziali: la presenza di un castello, cardine del sistema militare e politico, ed i vigneti che rappresentavano la fonte di reddito.

Sulle sue alture si alternano leggende, castelli, chiese solitarie e poesie in varie lingue. Il Collio profondo, nel tempo, si rivela anche nel suo paesaggio storico e culturale mosso e variegato di contrasti che ne fanno un territorio originale e unico.

Unico in Europa perché non esiste altrove una terra con un nome usato per molti secoli, dai suoi abitanti, allo stesso tempo in lingua germanica, slava e romanza. Da uno dei suoi borghi arroccati sui colli, Lonzano, proveniva però anche Pietro Zorutti, straordinario versificatore in friulano, poeta popolare, ma un grande simpatico poeta popolare. Alcune fra le più belle descrizioni in prosa del Collio si devono a Celso Macor, che nell'opuscolo L'uomo e la vigna ha raccontato l'avvicendarsi delle stagioni in questo angolo di mondo.

 
Collegamenti per approfondire
Consorzio Collio
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Le informazioni sul viaggio
Viaggio riservato ad un massimo di 30 partecipanti
Tutte le escursioni e i viaggi sono riservate ai membri del Club di Turismo Culturale Italiano [scopri di più]
 
Quota a partire da Euro 1058.00 p.p.
(supplemento camera doppia uso singola per l'intero soggiorno a partire da Euro 107.00. Camere singole limitate) *
 
Scarica il dettaglio delle quotazioni per tipologia di camera [clicca qui per scaricare il listino prezzi delle camere]

La quota comprende:

viaggio in aereo A/R con volo di linea Alitalia (tasse aeroportuali escluse), bagaglio da stiva max 23 kg, tutti i trasferimenti in pullman GT privato per le escursioni, tutti i biglietti d'ingresso / spese di apertura straordinaria dei siti indicati, spese di prenotazione, visite guidate a cura di guide-conferenziere locali, dei proprietari e degli esperti di Turismo Culturale italiano, accompagnamento culturale da Roma, pernottamenti in hotel Tenuta di Spessa - dimora storica nella sistemazione richiesta e/o disponibile **, prime colazioni a buffet, tutte le cene con menu del territorio a quattro portate con abbinamento di vini doc inclusi, un pranzo degustazione al castello di San Floriano del Collio, due pranzi in ristorante con abbinamento di vini doc inclusi, tutte le degustazione di vini previste con assaggi di prodotti tipici, tassa di soggiorno (ove prevista), assicurazione assistenza medica/bagaglio/R.C., spese parcheggio pullman, ztl, iva, imposte e tasse.

 
** La sistemazione prevista per gli ospiti di Turismo Culturale Italiano occupa l'intera Tenuta di Spessa (ala principale e Tavernetta del castello). Le camere hanno quotazioni diverse. Informarsi al momento della prenotazione sul tipo di camera richiesta e/o disponibile.
 
 
Quota valida con minimo 15 partecipanti.
La quota non comprende tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende".
Su richiesta, al momento della prenotazione al viaggio, è possibile stipulare l'assicurazione annullamento viaggio con Europ Assistance [leggi]
N.B. Il programma può subire delle modifiche per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà.
 
Prenotazione con pagamento fino a esaurimento posti disponibili. La prenotazione è confermata solo al momento del pagamento nelle misure seguenti: 25% dell'importo all'acconto, saldo entro 30 giorni dalla data di partenza del viaggio. Le prenotazioni giunte dopo la data di scadenza indicata saranno accettate in caso di disponibilità.
 
App.to ore 7:45 all'aeroporto L. da Vinci di Roma Fco, terminal 1, banco gruppi compagnia Alitalia
 
* la quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d'ingresso/accessi/prenotazioni, per variazioni delle tariffe aeree/ferroviarie/pedaggi autostradali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, variazione dei tassi di cambio, se il pagamento della prenotazione avviene oltre i termini indicati, o per altri motivi [leggi]. In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell'organizzatore, preventivamente comunicate.
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Viaggio in Aereo
   
 
 
volo di andata Mercoledì 1° Novembre 2017  
AZ 1357   Roma Fco / Trieste   9:15 /  10:25 
volo di ritorno Sabato 4 Novembre 2017
AZ 1364 Trieste / Roma Fco 19:00 /  20:05   
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Preparazione del Bagaglio e Norme di Sicurezza
   
Clicca qui per conoscere la normativa e le precauzioni per la preparazione del bagaglio aereo
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
L'albergo
   
  Hotel Castello di Spessa dimora storica & golf club

Le origini della tenuta e del castello risalgono al XIII secolo anche se esistono numerose testimonianze di insediamenti romani. A partire dal '500, illustri famiglie friulane si avvicendarono nella proprietà di Spessa, quali i Dorimbergo, i Rassauer e la famiglia Della Torre Valsàssina. Nel corso dei secoli qui hanno soggiornato insigni personalità, come Lorenzo Da Ponte ed Emanuele Filiberto d'Aosta, mentre nel 1773 vi fu ospitato Giacomo Casanova. Nel 1987 la tenuta, assieme ai vigneti di proprietà, è stato acquistato dalla famiglia Pali, divenendo il cuore di uno splendido Wine Resort. Circondato da parchi e vigneti pittoreschi, la tenura offre un campo da golf a 18 buche del Golf & Country Club.

Le camere del pernottamento sono suddivise in due distinti corpi di fabbrica ma dotate degli stessi servizi.

** La sistemazione prevista per gli ospiti di Turismo Culturale Italiano occupa l'intera Tenuta di Spessa (ala principale e Tavernetta del castello). Le camere hanno quotazioni diverse ma sono dotate degli stessi servizi. Informarsi al momento della prenotazione sul tipo di camera richiesta e/o disponibile.

Hotel Castello di Spessa - Golf Club - Dimora Storica

Contrada Russiz di Sotto, Capriva del Friuli, Via Spessa, 1, 34070 Capriva del Friuli - Tel. 0481808124 - www.castellodispessa.it

 
Scarica il dettaglio delle quotazioni per tipologia di camera [clicca qui per scaricare il listino prezzi delle camere]
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Le Degustazioni
 
In questo nostro itinerario nel Collio friulano sono previste numerose degustazioni dei più pregiati vini del Collio che si svolgeranno in alcune delle cantine di aziende locali, tra le più rinomate e prestigiose del Friuli e d'Italia. Le degustazioni saranno accompagnate da assaggi dei prodotti tipici della tradizione e a km0
 
 
Castello di San Floriano
Marco Felluga a Russiz Superiore
Villa Rubini
Rocca Bernarda
Gradisciutta
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Pranzo al Castello Formentini
 
Un pranzo sarà servito all'interno del Castello Formentini di San Floriano del Collio, nel cuore del Collio e a pochi km dal confine. Il castello, costruito a difesa del paese, faceva parte di un più ampio sistema difensivo imperiale che aveva come capisaldi Gorizia e Gradisca. Nel 1520 Vinciguerra Formentini di Cividale acquistò il castello che sino a quel momento era appartenuto agli Ungrispach. Nel '900, grazie all'intervento di Paolo Caccia Dominioni, il maniero venne sapientemente restaurato.
Il pranzo sarà servito all'interno della Sala del Camino
 
Castello di San Floriano
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Mappa di viaggio
 
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Meteo
 
per conoscere le previsioni meteo dei luoghi delle nostre visite clicca qui
 
 
Cosa sapere prima di prenotare e di partire per un tour
   
cosa sapere prima di prenotare
leggi le condizioni generali di vendita
scopri l'assicurazione Global Assistance assistenza medica / bagaglio / R.C.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Prenotazioni
   
se desideri prenotare questo viaggio o avere maggiori informazioni sulle modalità di prenotazione, cancellazione, penalità etc. clicca qui
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Scarica
   
scarica il programma completo delle nostre attività in pdf  
---------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Normativa
   
Viaggio conforme alle direttive internazionali sul Turismo e del Codice del Turismo D.Lgs. 79/2011. A attività proposte sono conformi a quanto previsto dalla normativa vigente. Aut.ne: Det.ne Dirigenziale R.U. Provincia di Roma n. 806 del 25/02/2013. Garanzia Assicurativa Responsabilità Civile Organizzatori e intermediari Agenti di Viaggio "Amissima Assicurazioni Spa" - Polizza n° 801156528
     
     
___________________________________________________________________________
turismo culturale italiano srl a socio unico - tour operator - C.F. e P.I. 11922481004 - REA RM 1337161
Visite Guidate, Viaggi d’Arte, Itinerari, Gran Tour, Viaggi Culturali, Conferenze, Incontri, Concerti...
Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di testi, immagini, foto, disegni senza l'espressa autorizzazione - All rights reserved.
___________________________________________________________________________